Isole della laguna: Murano Burano e Torcello

Murano, Burano e Torcello: perle della laguna. Un itinerario alla scoperta del fascino di queste isole tra arte, natura e antiche tradizioni.

Il punto di partenza del tour delle isole di Murano Burano e Torcello è il terminal passeggeri del Tronchetto (con possibilità di partenza anche da Punta Sabbioni, Porto di Venezia o San Marco, a seconda delle esigenze) dove i clienti verranno accolti dal personale di bordo e fatti accomodare all'interno della barca.

L’isola di Murano, prima tappa del tour, è famosa in tutto il mondo per la lavorazione artigianale del vetro. Qui il gruppo sarà accolto in una fabbrica di vetro, dove avrà la possibilità di assistere direttamente alle varie fasi di lavorazione del vetro.
A Murano è prevista una sosta di 40 minuti circa. Da qui il tour prosegue verso l'isola di Burano.

L’isola di Burano è un piccolo e vivace centro di pescatori. Le sue tipiche case colorate, le lenzuola stese al vento e le imbarcazioni ormeggiate lungo i canali, trasporteranno subito il visitatore nella suggestiva atmosfera che caratterizza l’isola.
Burano è conosciuta soprattutto per l’antica lavorazione di pizzi e merletti cui è dedicato anche un museo.
I merletti di Burano sono prodotti artigianali di gran pregio; in particolare il “punto in aria” è un ricamo ricercatissimo già dal XVI secolo.
Sull'isola è possibile visitare un laboratorio di produzione di merletti o acquistare un souvenir in uno dei negozi che si trovano lungo il percorso.
Anche qui la sosta prevista è di circa 40 minuti.

Il viaggio prosegue poi verso l'isola di Torcello, il più antico insediamento lagunare. La popolazione romana dell’entroterra veneto sfuggì all’avanzata degli Unni e dei Longobardi trovando rifugio proprio in quest'isola della laguna.
Nel 638 il vescovo di Altino spostò qui la sede vescovile e da allora l’isola conobbe il suo massimo periodo di fioritura economica e sociale.
Ben diversa è l’atmosfera che caratterizza l’isola oggi: quasi totalmente disabitata, Torcello offre scenari rustici e silenziosi ma non per questo privi di fascino.
La Basilica di Santa Maria Assunta è la più antica della laguna e al suo interno è decorata da raffinati marmi e mosaici bizantini.
Il suo campanile è un punto di vista ideale per ammirare il paesaggio circostante.
I Palazzotti del Consiglio e dell’Archivio sono la sede del Museo dell’Estuario, dove si trova anche un'importante sezione di Archeologia Medievale. Torcello è, infatti, uno dei più prestigiosi centri italiani di Archeologia Medioevale.
Il visitatore in cerca di curiosità potrà attraversare il Ponte del Diavolo, così chiamato perché un'antica leggenda narra che qui, ogni notte del 24 dicembre, il diavolo si presenti ai passanti sotto le sembianze di un gatto nero.
Anche qui è prevista una sosta di circa 40 minuti per visitare l'isola.
Al termine della visita è previsto il ritorno al punto di imbarco.